Il Tredicesimo Cavaliere

Scienze dello Spazio e altre storie

Conferenze sul volo interstellare nel 2014

L’anno scorso è stato registrato il più alto numero di conferenze e congressi dedicati al volo interstellare tenutisi nel mondo:  il congresso del 100YSS a Houston,  e a Dallas quello denominato “Icarus Interstellar Starship”, due eventi chiamati ”Starship Century” a Londra e a San Diego, un’altra stupefacnte conferenza tenutasi a Londra sulla “filosofia dell’interstellare” ad opera della BIS, e il Tennessee Valley Interstellar Workshop. Senza contare le decine di eventi locali SETI che si svolgono ogni anno in tutto il mondo, e gli spazi sempre più importanti che vengono dedicati al problema nell’ambito di manifestazioni dedicate all’astronautica, perfino nel colossale IAC che raccoglie migliaia di delegati da ogni parte del mondo e si svolge di anno in anno in località diverse (2012 Napoli, 2013 Pechino, 2014 Toronto).

symposium_14Era chiaro che le reali dimensioni del “movimento interstellare”, nato nel 2011 intorno al congresso di fondazione del 100YSS in un’atmosfera techno-hippy che ricordava Woodstock, non giustificavano l’esistenza di tutti quegli eventi pubblici. Così quest’anno vediamo all’opera una sorta di selezione naturale che conferma solo gli spazi dedicati nell’ambito di mega-eventi come lo IAC, e la sopravvivenza di  manifestazioni specializzate, quando sostenute da una struttura organizzativa robusta e da finanziamenti adeguati.

Il 100 Year Starship Symposium si conferma come l’evento più importante per il movimento interstellare. Il tema di quest’anno è “Il cammino verso le stelle, le impronte sulla Terra”, una chiara allusione alle sinergie che gli organizzatori cercano di stabilire tra il massiccio avanzamento nelle tecnologie della propulsione e nelle scienze biologiche che ci aspettiamo di ottenere  con le future missioni nello spazio profondo, e la ricaduta nel breve periodo sotto forma di strumenti utili per il miglioramento della qualità della vita sulla Terra di oggi. Gli argomenti di discussione sono elencati nel sito web e spaziano dalla propulsione alla produzione e conservazione dell’energia, dalle tecnologie derivate a breve termine, alle comunicazioni, all’informatica e alla biologia. Una particolare attenzione verrà data alle tecnologie del supporto vitale, alla sociologia e al recupero e trasmissione dei dati su  distanze  interstellari, nonché alle tecniche educative necessarie per ottenere dei veri e propri “cittadini interstellari” . Il congresso si terrà dal 18 al 21 settembre al George R. Brown Convention Center di Houston.

C’era una volta, in quel di Aosta, un piccolo convegno sull’interstellare che si teneva  nell’intimità di un vecchio e comodo albergo. I suoi ideatori, Les Johnson e Greg Matloff, volevano che gli ospiti si sentissero a loro agio e fossero nel giusto spirito per elaborare visioni lungimiranti ma anche pronti per agire nel breve termine. Oggi purtroppo il vecchio hotel è stato dichiarato inagibile e non si sa che fine farà,  ma Les e Greg sono riusciti  a recuperare un po’ di quella atmosfera valdostana e invitano i partecipanti al loro nuovo Tennessee Valley Interstellar Wokshop ad andare oltre i limiti della conferenza, superando la nuda enunciazione di concetti per suggerire progetti, offrire collaborazione, ricerca attiva,  e pianificazione della missione. Da segnalare due mini-corsi accessibili su prenotazione, il primo dedicato alla propulsione, il secondo al terraforming. Il convegno si terrà dal  9 al 12 novembre ad Oak Ridge per 75 partecipanti a numero chiuso. La pubblicazione degli atti sarà garantita dal Journal della BIS.

ROBERTO FLAIBANI

 

 

Fonte: “Interstellar Conferences for 2014” pubblicato da Centauri Dreams il 28 aprile 2014

Advertisements

24 maggio 2014 - Posted by | News, Volo Interstellare | , ,

1 commento »

  1. Senz’altro queste conferenze, devono essere molto interessanti, resta il fatto che il volo “interstellare” è, e forse rimarrà, fantascienza. E’ bella anche la fantascienza, basta rileggersi i romanzi di Jules Verne, scritti circa un secolo e mezzo fa! (La fantascienza del Verne, si è poi avverata)

    Mi piace

    Commento di Luigino | 24 maggio 2014 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: