Il Tredicesimo Cavaliere

Scienze dello Spazio e altre storie

Perché le donne italiane amano la Scienza ma non la Fantascienza?

elefante occhialiIl titolo avrebbe potuto essere anche “Al centro della stanza c’è un elefante con gli occhiali che fa la pupù rosa” e il contenuto che segue non cambiava di una virgola. Fuor di metafora le donne, per l’appunto non leggono e non scrivono Fs.

Se fai questa affermazione al di fuori del fandom i presenti possono dire “Ah, sì? Maddai?” il che vuol dire che non gliene frega niente; oppure a volte “Ah, sì? Maddai e te ne accorgi adesso?” il che vuol dire:  “ma si sa”.

Nel fandom invece se dici una cosa del genere capita di sentirsi dire: “Elefante? Quale elefante? Non c’è nessun elefante con gli occhiali. E poi tu, smettila di fare peti”. Se ti dice bene, qualcuno fa: “Beh, sì l’elefante lo vedo, ma poi chi è che dice cosa è davvero un elefante? Dove sta scritto? E se fosse un ippopotamo? Anche l’ippopotamo è un mammifero africano, no? Sono contaminazioni. E su, forza, tu smettila di fare peti”

La prima domanda interessante potrebbe essere: ma perché non vedono l’elefante? Ma le risposte sono ovvie e perfino banali. Quindi si torna alla domanda iniziale. Che ci fa l’elefante, perché ha gli occhiali e chi ce lo ha portato?

Diciamo che il discorso è diviso in tre parti, molto classiche: la prima affermazione (le donne italiane amano la scienza); la seconda (non amano la Fantascienza); terza (perché?). Ora ci provo.

1.

rita levi montalciniLe donne italiane amano la scienza, e molto.

Ci sono ormai molte donne scienziate non solo inserite nel mondo della scienza italiana ma famose a livello internazionale. Scordiamoci solo per un momento (tanto le ricorderemo a lungo) e solo perché ci hanno lasciato due signore come Rita Levi Montalcini (nella foto – sai, una così, un Premio Nobel…) e Margherita Hack, astronoma, una “maledetta toscana” anche lei notissima a livello internazionale.

Parliamo di quelle che stanno su piazza per così dire.

Che ve ne pare di Fabiola Gianotti? Avete presente il famoso ed introvabile “bosone di Higgs”, detto dagli amici “la particella di Dio”? Beh, il gruppo di ricerca del CERN che forse l’ha trovato è giudato da lei.

Fabiola1Cito: “ Fabiola Gianotti, 53 anni, è la fisica italiana che guida il gruppo che al Cern di Ginevra ha trovato il bosone di Higgs, impresa che l’ha collocata, secondo la rivista americana Time tra le cinque persone più importanti del 2012. Romana di nascita ma milanese di formazione, frequenta il liceo classico e si diploma anche in pianoforte al Conservatorio. Dopo la maturità cambia rotta e decide di studiare fisica delle particelle all’Università di Milano, dove si laurea, e successivamente prende un dottorato in fisica subnucleare nella stessa università. Un paio di anni più tardi una borsa di studio e poi un contratto permanente al Cern, il laboratorio di punta a livello mondiale nel campo della fisica.”

Sapete chi è Samantha Cristoforetti? E’ un capitano pilota dell’Aereonautica militare italiana ed ha una preparazione scientifica alle spalle come dire?, diciamo di tutto rispetto. Motivo per cui sarà il prossimo italiano nello spazio, e non dico la prossima perché sarà la prima. Checché ne dicano molti nello spazio non si va senza adeguata preparazione scientifica.

samantha 1Cito: “Samantha Cristoforetti è nata a Milano nell’aprile 1977, ma è cresciuta a Malè, un piccolo paesino della Val di Sole (Trento). Si è laureata all’Università Tecnica di Monaco di Baviera, con un master in ingegneria meccanica con specializzazioni in propulsione aerospaziale e in strutture leggere. È Capitano dell’Aeronautica Italiana, ed è stata selezionata come astronauta ESA nel maggio 2009.”

Volete altre storie di italiane che amano la scienza? Cercatele qui, fra quelle che non ci sono più e le viventi:

Donne e scienza: la vita di 19 scienziate italiane raccontata in un libro di Elisabetta Strickland

Fra di loro:

“Giuseppina Biggiogero Masotti che divenne ordinaria di Geometria al Politecnico di Milano; Maria Cibrario Cinquini, allieva di Peano, che assurse a fama internazionale per le ricerche nell’ambito dell’Analisi matematica; Cornelia Fabri, prima laureata dell’Università di Pisa che lavorò alla teoria dei vortici sotto la guida ammirata di Vito Volterra e che all’apice della carriera si ritirò per dedicarsi ad opere di carità e preghiera; Elena Freda, laureata in matematica sotto la guida di Guido Castelnuovo e in fisica con Orso Maria Corbino, che ottenne la libera docenza in Fisica a Messina e poi a Roma; Pia Nalli, palermitana, invisa alle gerarchie universitarie e amatissima dagli allievi tra cui Gaetano Fichera e Francesco Guglielmino, ordinaria di Analisi a Cagliari e poi a Catania; Maria Pastori, milanese, allieva e poi collega di Bruno Finzi, ordinaria di Meccanica razionale a Messina.

E così molte altre.

margherita hackE le giovani? Affollano le facoltà scientifiche. Meno di quanti molti desidererebbero ma molto, ma molto, molto, molto di più di quando io mi sono iscritto all’università 30 anni fa. A fisica ad esempio adesso solo il 35%, ai miei tempi meno del 10% ed a Medicina hanno superato la metà da tempo. Quindi in Italia le donne amano la scienza e non ostante i molti ed indiscutibili condizionamenti maschilisti e patriarcali vari, si stanno facendo strada da decenni e continuerranno, inevitabilmente continueranno.

Che poi sia chiaro: NON STA SCRITTO DA NESSUNA PARTE CHE PER SCRIVERE FS SI DEBBA ESSERE LAUREATI IN MATERIE SCIENTIFICHE!

Anzi! Io sono laureato in giurisprudenza, tanto per dire. Ma questo delle donne scienziate era solo un punto di partenza. A dire: non si dica che le materie scientifiche non interessano le donne e che questo spiegherebbe perché non la scrivono. E nelle facoltà di Lettere il 90% degli iscritti sono donne, oltre il 50% degli iscritti all’università sono donne. In realtà non la scrivono perché non la leggono.

E’ vero questo?

(Nella foto qui sopra: Margherita Hack)

2.

Le donne italiane non amano la fantascienza. Non la leggono e non la scrivono. E’ questo l’elefante con gli occhiali che fa la pupù rosa al centro della stanza. Fuor di metafora perché le donne non leggono fs?

Ma è vero? C’è davvero un elefante al centro della stanza?

Ok. Calma e gesso.

2.1

tabella istat(doppio click per ingrandire)

Questa qui sotto è una pagina di una ricerca dell’Istat di qualche anno fa. Si tratta di una “ricerca multiscopo” di quelle che l’Istat fa periodicamente per sapere un sacco di cose sugli italiani. Copre il periodo dal 1995 al 2000 ed è stata pubblicata nel 2002.

Per trovare il testo in PDF completo andate sul sito dell’Istate nella stringa di ricerca digitate “fantascienza”. Il primo documento che troverete è lui ed è scaricabile in PDF. Non ho trovato una ricerca Istat multiscopo più recente, se la trovate fate una ulteriore verifica.

Leggetela. L’avete letta?

Dice che, nel campione esaminato le donne che leggono fantascienza sono il 6,4 % mentre gli uomini sono il 16,9, quasi tre volte tanto. Se guardate subito sopra vedrete che le donne lettrici di gialli sono il 20,8% a fronte di un 22,9% di uomini. Subito sopra ancora, i lettori di romanzi rosa sono donne al 24% ed uomini all’1,5. Fra l’altro se fate il confronto con il 1995 vedrete che le donne lettrici di Fs sono in calo!

Scientists find particle consistent with Higgs bosonE le donne poi notoriamente:

“Le donne leggono più degli uomini. Nel corso dell’anno ha letto almeno un libro il 51,9% della popolazione femminile rispetto al 39,7% di quella maschile. La differenza di comportamento fra i generi comincia a manifestarsi già a partire dagli 11 anni e tende a ridursi solo dopo i 75.”

(Gianotti e Higgs festeggiano il successo dell’esperimento)

2.2

Non la leggono. E quindi non la scrivono. E sia chiaro che non esiste un ostracismo alla Fs scritta dalle donne. La prova?

Presto detto.

Due dei premi più importanti nel settore Giallo e FS sono il Tedeschi e l’Urania. Vengono assegnati dalla redazione periodici Mondadori: la stessa organizzazione, la stessa struttura, la stessa redazione (per altro formata da una maggioranza assoluta di donne) dal 1980 ha assegnato 34 Premi Tedeschi, di cui 9 a donne; e dal 1989, dei 24 Premi Urania di cui uno solo ad una donna. Ci sarà un motivo? Non l’ostracismo antifemminile. Quale allora?

Qui:

Troverete una serie di considerazioni, dei link a liste di scrittori di Fs: una lista di più di 2000 scrittori e scrittrici di Fs. Il 10% sono donne.

3.

Ci siamo?

Le donne ormai da decenni ricevono una educazione scientifica più o meno quanto i maschi, incontrano qualche difficoltà in più per motivi di condizionamento culturale maschilista, ma ciò non ostante si fanno strada.

Nulla le ostacola nel leggere o nello scrivere Fs fatto sta che NON LO FANNO

È CLAMOROSAMENTE OVVIO, NOTO ED EVIDENTE che ci sono donne che leggono, scrivono ed amano la Fs così come è ovvio che costituiscono una eccezione che conferma la regola.

hunger gamesSì, è vero, le donne vedono la Fs al cinema ed in televisione così come è vero che la Fs è ormai uno degli ultimi se non l’ultimo genere cinematografico rimasto (a parte il cinema d’autore e le commedie, sono scomparsi il western, il poliziesco, l’horror). Il genere “fantastico” (Fs e Fy, fiabe e favole potteriane, compresa animazione) non è mai stato tanto presente nelle sale come in televisione e non a caso pieno di eroine (vedi Hunger Games)

Ma leggere un romanzo di Fs e farselo piacere è un altro paio di maniche. Serve un immaginario specifico e poche donne ce l’hanno.

4.

Vorrei sapere perché. Avete una qualche idea? Io ne ho un paio, prima però vorrei sapere le vostre.

5.

Questo valga come post scriptum. Mi pare evidente che le donne italiane, pur le più intelligenti, eleganti e belle del pianeta, in questo campo non sono diverse dalle altre, quindi la domanda le donne italiane non amano la Fs va sostituita con le donne e basta: quindi le americane, inglesi francesi eccetera perché anche loro non amano la fs? Ci sarà qualche differenza, ma scommetto minima.

Ma alla fine le donne sanno scrivere fs? Ma certo che sì, come si fa a negarlo e chi lo nega? Lo hanno dimostrato moltissime volte, basterebbe “La mano sinistra delle tenebre” di Ursula Le Guin. Ma troppe ce ne sono state! Ma ce ne sono abbastanza? Ecco il punto. No, abbastanza no. Quelle che che ci sono sono lì a dimostrare che le donne possono farlo, ma sono così poche che sottolineano il fatto che in generale non lo fanno. Al centro della stanza c’è un elefante con gli occhiali e sta facendo qualcosa, e la causa della puzza non sono io. Prendetevela con l’elefante. Chiaro?

 elefante

MASSIMO MONGAI

Annunci

11 dicembre 2013 - Posted by | Fantascienza | , , , , ,

5 commenti »

  1. […] da donne, il che la rende la prima antologia in assoluto con un così alto numero di scrittrici. Perché le donne non scrivono fantascienza, dato che non la leggono. Dite di no? Ne riparleremo, comunque in coda alla raccolta c’è un articolo dal titolo: […]

    Mi piace

    Pingback di Ma gli androidi mangiano Spaghetti Elettrici ? – Il tredicesimo cavaliere 2.0 | 30 aprile 2016 | Rispondi

  2. […] da donne, il che la rende la prima antologia in assoluto con un così alto numero di scrittrici. Perché le donne non scrivono fantascienza, dato che non la leggono. Dite di no? Ne riparleremo, comunque in coda alla raccolta c’è un articolo dal titolo: […]

    Mi piace

    Pingback di Ma gli androidi mangiano Spaghetti Elettrici ? « Il Tredicesimo Cavaliere | 26 marzo 2015 | Rispondi

  3. Molto interessante il dossier sul potere che si trova nell’ultimo numero di Focus: lo consiglio a tutti.

    Mi piace

    Commento di Alberto Amati | 1 maggio 2014 | Rispondi

  4. Non ho idea del perché le italiane non amino la fantascienza, ma ha importanza?

    Mi piace

    Commento di apoforeti | 14 dicembre 2013 | Rispondi

  5. Imperdibile servizio sulla fabbrica dei Lego sul nuovo numero di Focus!

    Mi piace

    Commento di ali | 14 dicembre 2013 | Rispondi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: